Sciare a due passi: Asiago e il Monte Verena

Quando si hanno pochi giorni a disposizione, due oppure anche solo uno, e in aggiunta si hanno anche bambini, magari piccoli, non ci si può permettere di stare ore ed ore in macchina per poter fare una gita sulla neve, una sciata o per poter far prendere qualche lezione ai pargoli. Quindi? Quindi si va ad Asiago!

Io sono molto affezionata a queste zone, la vedo un po’ come la nostra montagna, quella dietro l’angolo dove, pur non trovando le piste e le altitudini di località più rinomate, è sempre possibile fare, anche in giornata, una sciata oppure una passeggiata nella bella stagione scegliendo tra tante attività.

Per quanto riguarda la neve, ad Asiago la scelta è davvero varia.
Ci sono diverse piste per il fondo tra cui il famoso Centro Fondo Gallio che cito perché adiacente ad esso si trova lo Snow Fun Park di Campomulo, un parco giochi sulla neve dove i bambini si possono divertire tra gommoni, motoslitte, slittini e bob con la comodità dei tapis roulant per la risalita. Ho portato qui mia figlia quando aveva meno di 3 anni e devo dire che si è molto divertita!

Campomulo nel 2015

Se si decide per la discesa posso dire che personalmente ho avuto modo di fare una doppia esperienza nell’altopiano: la prima quando mia figlia era più piccola e abbiamo scelto Kaberlaba. Quell’anno io ero incinta del fratellino e non avrei quindi sciato, la piccola stava imparando, era solamente alla sua seconda esperienza sugli sci ed aveva 4 anni; in famiglia abbiamo quindi pensato che le piste di Kaberlaba sarebbero state perfette per le nostre esigenze. L’impianto di risalita era costituito solamente da skilift (l’unica seggiovia non era in funzione perché parte delle piste erano chiuse) e le piste sono mediamente facili o facili ma il nostro hotel dava direttamente sulle piste e fungeva anche da ristoro durante la giornata, il noleggio sci e la scuola sono compresi in esso e, soprattutto, tutto ciò si trova a pochi minuti dal centro di Asiago dove ci siamo spesso recati per una passeggiata o una cena.

Viste le nostre esigenze di quell’anno devo dire di essere stata pienamente soddisfatta della nostra vacanza sulla neve.

Kaberlaba nel 2017

Ma veniamo alla mia seconda esperienza, fatta solo qualche giorno fa: mia figlia è cresciuta ed è diventata più esperta sugli sci; il Marito, che fa snowboard, ha espresso il desiderio di poter fare qualche discesa soddisfacente; il piccolo di casa è nella giusta età per le sue prime esperienze sul bob; i giorni a disposizione sono sempre pochissimi causa scuola e lavoro. Quindi? 1+1+1+1 = Verena 2000!

Questi impianti si trovano sull’omonimo monte, nel comune di Roana dove noi peraltro abbiamo alloggiato. L’offerta di questa ski area è senza dubbio la più completa all’interno dell’altopiano per quanto riguarda la discesa; vi troviamo infatti gli impianti più alti che raggiungono i 2000 metri e un insieme di piste che coprono un percorso di ben 22 km e spaziano nei diversi livelli di difficoltà.

All’arrivo si viene accolti da un ampio parcheggio da cui si accede al noleggio attrezzature (personalmente abbiamo noleggiato gli scarponi altrove per una migliore qualità), al rifugio Verenetta dove è possibile pranzare sia al bar che al ristorante ma anche pernottare, alla scuola sci e naturalmente alle piste e agli impianti di risalita.

Devo dire che questa scelta ha davvero accontentato tutta la nostra famiglia.

Il piccolo di casa ha potuto fare le sue prime discese con il bob nella pista dedicata dove si trova anche un tapis rouland per la risalita che era parte del divertimento (la mamma ringrazia) e che viene utilizzato anche da chi usufruisce della adiacente pista principianti, perfetta per un primo approccio con sci o snowboard.

La nostra seienne si è divertita tantissimo e ha sciato fino allo sfinimento! Ha potuto usufruire della facile pista con skilift nella quale poteva salire e scendere in autonomia; ha preso alcune lezioni con un maestro preparato che ha saputo creare con lei un grande feeling fin da subito e che l’ha portata a sperimentare tutte le piste, anche le più difficili, dandole fiducia; ha sciato con il papà, probabilmente i suoi momenti preferiti; e quando le forze venivano meno, si è rilassata con me e il fratellino nella pista per i bob!

E il Marito? Tra una pista nera e un fuori pista anche lui è riuscito a sgranchirsi le gambe e a togliere un po’ di polvere dalla tavola anche se mi ha riferito che i tempi di risalita in seggiovia sono abbastanza lunghi se rapportati a quelli di discesa…..ma poco male, la magnifica vista di cui si gode dal rifugio Verena, che si trova in cima al monte, ha colmato ogni lacuna insieme alle birrette bevute in relax nel portico del piccolo Chalet Grizzly che si trova a lato della pista baby/bob e nel quale è possibile mangiare anche un boccone al volo.

Segnalo che questi impianti fanno parte del circuito Asiago Neve grazie al quale è possibile trascorrere una settimana con la famiglia in all inclusive con pernottamento in diverse strutture (tra cui il Rifugio Verenetta), pasti, skipass, lezioni, animazione e trasporti per le piste.

Non so se prima di fine stagione riusciremo a fare un’altra capatina qui. Non so se il prossimo anno, per la nostra consueta mini vacanza sulla neve, sceglieremo ancora questo posto. So però che ci siamo divertiti e che, a due passi da casa, siamo stati tutti bene. Grazie Verena 2000. E grazie ancora una volta ad Asiago!